Come il microdosaggio può aiutare con la depressione

Il microdosaggio può sostenere la depressione? Stress, ansia e depressione sono sintomi mentali molto comuni nella nostra società moderna (specialmente quest'anno). I sintomi possono essere controllati con i farmaci, ed è per questo che si usano tranquillanti e antidepressivi. Ma ci sono alcuni svantaggi in questo.

C'è un interesse crescente nelle possibilità del microdosaggio. Funghi e tartufi contengono la sostanza psilocibina che altera la mente e i suoi effetti possono avere un effetto positivo sulla depressione. Ti stai chiedendo se il microdosaggio può significare qualcosa per te, continua a leggere qui sotto.

Le caratteristiche della depressione

Tutti noi diciamo a volte, mi sento un po' depresso. Ma essere davvero depressi è un'altra cosa. Se si ha una depressione, i sentimenti sono più intensi, i sintomi più gravi e si soffre per molto tempo. Circa il 5% della popolazione è più o meno depresso. In una depressione lieve i sintomi possono ancora essere gestiti, ma in una depressione grave di solito non si può funzionare normalmente. La cosa migliore da fare allora è cercare aiuto e può essere che tu abbia bisogno di farmaci.

Sintomi di depressione:

  • Mancanza di energia, stanchezza
  • Poco interesse e piacere nella vita
  • Gloom
  • Essere triste
  • Mancanza di motivazione
  • Insonnia
  • Problemi di concentrazione

In linea di principio, chiunque può soffrire di depressione. È vero che più donne che uomini soffrono di sintomi depressivi. Inoltre, l'età, il livello di istruzione e l'origine etnica non contano. In media, le persone soffrono di sintomi per circa tre mesi, dopo di che si riprendono. Tuttavia, un quinto delle persone continua a soffrire e il recupero può richiedere anni.

Microdosaggio nella depressione: cosa dice la ricerca?

Il microdosaggio è l'uso di una droga psichedelica in quantità molto piccole. Si prende una decima parte, invece di una dose normale. Per questo motivo noterete gli effetti positivi e potrete affrontare le vostre lamentele, senza sballarvi.

I vantaggi del microdosaggio stanno ottenendo sempre più attenzione. Per questo motivo, si stanno facendo sempre più ricerche, soprattutto sulle possibilità di microdosaggio per i problemi mentali, come la depressione. Uno dei ricercatori che si concentra sul potere degli psichedelici per la depressione è il dottor Robin Carhart-Harris. Lavora all'Imperial College britannico come capo del gruppo di ricerca Centre for Psychedelic Research.

Per 15 anni ha fatto ricerche sull'influenza di droghe come l'LSD e la psilocibina sul cervello. È anche molto interessato a come questi farmaci potrebbero essere utilizzati in disturbi come la depressione. Nel suo ricerca Cerca di scoprire se la psilocibina può essere usata nel trattamento, accanto alla psicoterapia, per depressioni difficili da trattare. Egli indica che i risultati sono positivi. La psilocibina fa una grande differenza, dove gli antidepressivi convenzionali non hanno dato risultati.

Al momento è in corso uno studio su larga scala. I partecipanti prendono la psilocibina per sei settimane insieme a un antidepressivo (un SSRI, simile al Prozac). Carhart-Harris dice che i primi risultati sono impressionanti. Ma purtroppo, nessun dato di questo studio è pubblico in questo momento.

La differenza tra psichedelici e farmaci normali

L'uso degli SSRI (inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina) ha diversi svantaggi. In primo luogo, creano dipendenza ed è difficile smettere di prenderli. Ma anche le persone dicono di sentirsi intorpidite, perché sia le emozioni negative che quelle positive sono soppresse. Quando si usa la psilocibina, questo non è il caso.

Il dottor Carhart-Harris riferisce che i partecipanti ai suoi studi hanno sperimentato qualcosa di molto diverso. Hanno sentito una liberazione emotiva, che ha permesso loro di riconnettersi con se stessi. Un altro vantaggio della psilocibina è che funziona velocemente. I normali antidepressivi hanno bisogno di diversi mesi per fare il loro lavoro e anche allora è spesso difficile trovare la giusta dose. Inoltre, questi farmaci hanno molti effetti collaterali (gravi), soprattutto a lungo termine. Questo non è nemmeno il caso della psilocibina. La sostanza non crea dipendenza e ha solo effetti collaterali minimi.

Perché il microdosaggio per la depressione?

Anche se in questa ricerca vengono utilizzate dosi normali di psilocibina, anche il microdosaggio potrebbe dare buoni risultati. Poiché si prende una piccola dose ogni volta, il cervello riceve ancora gli stimoli della sostanza psicoattiva. Solo in misura minore. Gli psichedelici sembrano stimolare la plasticità del cervello, secondo una revisione di diversi investigare. Possono quindi affrontare il cambiamento in modo più flessibile e adattarsi meglio.

Con l'uso normale di una droga psichedelica, quando si è fatti, si sperimenta una realtà completamente diversa. Quando prendi una microdose, non ti sballi, ma ad un livello sottile il tuo cervello è stimolato a pensare in modo più creativo, ad essere aperto alle possibilità. Questo può aiutare ad alleviare alcuni dei sintomi della depressione.

Sembra che l'opinione sugli psichedelici stia cambiando. Questo è dimostrato solo dal fatto che la FDA in America ha permesso diversi studi sulla psilocibina come trattamento per la depressione. Vuoi provare il microdosaggio per la depressione? Prova i nostri pratici pacchetti pronti all'uso Tartufi XL Microdosing. Ogni dose di 1 grammo è incartata individualmente, in modo da avere sempre la giusta quantità e i tartufi hanno una lunga durata di conservazione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su google